De Zerbi vicino all'addio al Sassuolo: lo Shakhtar è ad un passo

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Negli ultimi giorni il nome di Roberto De Zerbi è tornato alla ribalta non solo per la strepitosa vittoria del suo Sassuolo in casa del Milan, ma anche e soprattutto per le clamorose (e giustificate) dichiarazioni della vigilia in cui il tecnico neroverde si è scagliato contro il progetto Superlega, criticando non solo l'idea, ma anche lo stesso club rossonero che vi avrebbe dovuto partecipare.

Roberto De Zerbi | Marco Luzzani/Getty Images
Roberto De Zerbi | Marco Luzzani/Getty Images

E dopo il 2-1 con cui ha sbancato San Siro grazie alla doppietta di Giacomo Raspadori, De Zerbi, ha confessato sibillinamente come quelle dichiarazioni pre gare gli avrebbero pregiudicato la possibilità, un giorno, di allenare una delle big italiane come Juve, Inter e Milan. Una possiblità, però, che resta per l'estero visto che il tecnico, secondo quanto rivelato dall'edizione odierna di Tuttosport, sembra ad un passo dalla panchina dello Shakhtar Donetsk. Il Sassuolo non si è opposto ed ha dato il suo assenso alla trattativa fortemente caldeggiata da Dario Srna, director of football degli ucraini, e dal suo assistente Carlo Nicolini.

Darijo Srna | Pixsell/MB Media/Getty Images
Darijo Srna | Pixsell/MB Media/Getty Images

Se dovesse concretizzarsi la trattativa, quindi, De Zerbi potrebbe giocarsi la vittoria nel campionato ucraino con la Dinamo Kiev dell'ex Mircea Lucescu, oltre che centrare la sua prima partecipazione in Champions League attraverso i preliminari.

Segui 90min su Instagram per restare aggiornato sulla Serie A