Zero cessioni e zero plusvalenze: la Juve cambia strategia sul mercato

·1 minuto per la lettura

Ad oggi, martedì 29 giugno, la Juve ha perfezionato solo le uscite di Douglas Costa al Gremio e di Marco Olivieri al Lecce, più l'addio di Gigi Buffon che ha lasciato a parametro zero, tornando nuovamente al Parma.

Scrive La Gazzetta dello Sport: al netto del rallentamento degli affari dovuto all’Europeo, non poteva esserci una fotografia più chiara del cambio di strategia sul mercato rispetto al passato. Un anno fa la Juve aveva chiuso la stagione delle plusvalenze con incassi superiori ai 100 milioni di euro, due anni fa furono 120.

Andrea Agnelli e John Elkann | Marco Canoniero/Getty Images
Andrea Agnelli e John Elkann | Marco Canoniero/Getty Images

Il cambio di passo estivo delle politiche societarie nasce anche dalla volontà di passare a una più prudente strategia di affari più sostenibili e funzionali alle scelte tecniche, per andare oltre la ricerca dei parametri zero e la corsa alle plusvalenze. In autunno arriverà con ogni probabilità anche un aumento di capitale da 350-400 milioni che darà nuova forza a questa politica e permetterà alla Juve di cambiare strategia, accettando il passivo che questo cambio comporta e preferendo portare a termine alcuni dei contratti in scadenza per estinguere le politiche portate avanti finora, puntando poi sui volti nuovi, possibilmente giovani.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di calciomercato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli