Zhang a caccia di soci: perché l'aiuto può arrivare dal rossonero Elliott

Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura

In casa Inter, oltre alla corsa scudetto, continua chiaramente a tenere banco la difficile situazione societaria (e soprattutto finanziaria) che vede la famiglia Zhang proseguire la sua ricerca di acquirenti, o almeno nuovi soci, che possano affiancare il gruppo Suning dopo la stretta sugli investimenti all'estero arrivata dal Governo cinese.

Beppe Marotta e Steven Zhang | Emilio Andreoli/Getty Images
Beppe Marotta e Steven Zhang | Emilio Andreoli/Getty Images

La volontà, dopo la dismissione immediata della squadra cinese dello Jiangsu Suning, è quella di cedere l'Inter acquistata nell'estate 2016 e incassare il più possibile, ma nel frattempo si "accontenterebbe" di un partner di minoranza capace di investire nel club per garantire la continuità aziendale nerazzurra. Ma la ricerca di liquidità potrebbe arrivare anche tramite un finanziamento. E Tuttosport in edicola oggi rivela una modalità che avrebbe davvero del clamoroso.

Paul Singer, proprietario del fondo Elliott | Thos Robinson/Getty Images
Paul Singer, proprietario del fondo Elliott | Thos Robinson/Getty Images

È noto l'interesse di Fortress per il finanziamento immediato da 250 milioni, ma non lo è altrettanto la sua provenienza: è una società americana del gruppo Softbank in cui, da quasi un anno, è entrato il fondo Elliott Management Corporation - sì, proprio la controllante dei rivali del Milan - con una partecipazione da ben 2,5 miliardi di dollari.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.