Zidane: "La Juve è sempre stata importante per me. L'Italia è nel cuore. Ritorno? Ora sono al Real Madrid, vediamo"

Antonio Parrotto
·1 minuto per la lettura

"Contenti della partita che abbiamo fatto, ma c'è il ritorno e dobbiamo terminare il lavoro lì. Ma abbiamo fatto una partita completa" ha detto Zinedine Zidane, tecnico del Real Madrid, dopo la vittoria contro il Liverpool nel match di andata dei quarti di finale di Champions League.

Zinedine Zidane | Angel Martinez/Getty Images
Zinedine Zidane | Angel Martinez/Getty Images

Il Real viene forse troppo spesso dimenticato ma è sempre lì. E Zizou sta recitando un ruolo da protagonista anche nelle vesti da allenatore. Il suo nome è stato accostato nuovamente alla Juventus, che potrebbe cambiare Andrea Pirlo a fine stagione o forse già nelle prossime ore.

Il futuro del tecnico juventino infatti, nonostante le smentite, potrebbe dipendere dalla sfida con il Napoli. Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, Zidane ha risposto ai complimenti di Del Piero, secondo il quale continuando così il francese rischia di essere ancora meglio rispetto a quando era calciatore: "Abbiamo giocato tanti anni insieme, devo continuare. Mi piace quello che faccio, ma è difficile fare meglio. Ci provo, ho la squadra per farlo. Se mi mancano di più Del Piero o la Juve? Tutti e due, l'Italia è nel mio cuore. Ho trascorso cinque anni a Torino, la Juve è sempre stata importante per me e Alex anche, perché abbiamo giocato insieme. Futuro alla Juve? Adesso sono qua, vediamo".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.