Zidane: "Mio futuro in gioco contro l'Inter? Io penso positivo"

Adx
·1 minuto per la lettura

Roma, 2 nov. (askanews) - "I giocatori del Madrid devono dare tutto e dimostrare perché giocano per questo club". "È una finale e vogliamo giocarla come tale. Sono tre punti che dobbiamo assolutamente provare a prendere". Zinedine Zidane carica i suoi alla vigilia del match di Madrid, terza giornata di Champions League contro l'Inter. Real che sarà senza Militao, positivo al Covid. "Senza di lui - continua - perdiamo qualcosa di importante, ma tutti daranno il massimo". "Conosciamo bene l'Inter - ha aggiunto Zidane - sarà una partita complicata perché sono forti, fisici e giocano bene a calcio. Sarà difficile per noi, ogni partita è una finale, lo sappiamo e ci concentreremo senza pensare a quello che accadrà più tardi". Zidane non pensa alle polemiche: "L'anno scorso non abbiamo vinto in Europa, ma l'obiettivo non cambia. Chi gioca qui sa che l'obiettivo è vincere la Champions League. Quello che pensano fuori non importa, siamo concentrati sulla gara di domani. Non possiamo cambiare ciò che è successo, ma possiamo ancora cambiare le cose con le prossime gare". Il tenico dei Blancos ha dedicato poi un pensiero ad Antonio Conte, suo ex compagni in bianconero: "Non ci siamo sentiti, da capitano della Juventus era molto importante per la squadra. Normale che sia diventato allenatore, non mi sorprende. Siamo in buoni rapporti, ricordo che andai a trovarlo a Torino quando stavo per diventarlo anch'io e mi fece davvero una grande impressione". E sul futuro aggiunge: "Un ko con l'Inter pregiudicherebbe il mio futuro? Non ci penso. Io penso positivo, penso alla gara di domani, penso all'Inter e alla sfida di Champions. Noi possiamo solo preparare bene la partita e giocarcela" ha concluso Zidane.