• Olimpiadi 2021, Kyenge: "Egonu portabandiera azzurra sarebbe un bel segnale"
    Adnkronos

    Olimpiadi 2021, Kyenge: "Egonu portabandiera azzurra sarebbe un bel segnale"

    Per ora è solo un'ipotesi, ma se la fuoriclasse della pallavolo italiana Paola Egonu venisse scelta come portabandiera azzurra alle prossime Olimpiadi di Tokyo "sarebbe un bel segnale". A dirlo all'Adnkronos Cecile Kyenge, già eurodeputata ed ex ministra per l’Integrazione del governo Letta. "Soprattutto sarebbe ora, un'ottima notizia anche per uscire fuori dai quotidiani campi di battaglia su alcuni temi, concentrandosi invece su ciò che abbiamo di positivo", aggiunge Kyenge parlando a proposito della campionessa padovana. In fatto di lotta alle discriminazioni di cui Egonu è un esempio, Kyenge evidenzia: "Bisognerebbe semplicemente ricordarsi il motto dell'Unione Europea: 'Unita nella diversità'. Un motto semplice ma che dice tutto, ogni paese dovrebbe sapere declinarlo in tutti i settori che regolano la nostra vita. Le discriminazioni non sono mai mancate, in Italia come altrove, per contrastarle bisogna saper applicare delle politiche di convivenza pacifica. La nostra cittadinanza è ricca e forte nel momento in cui riconosceremo che è plurale, composta da più colori, dalle diversità. Un'Italia 'unita nella diversità'". Poi a proposito del ddl Zan, l'ex ministra dice: "Credo che ogni strumento che noi mettiamo in campo per eliminare le discriminazioni in qualunque settore è una pietra miliare per la convivenza pacifica e civile. Bisogna includere, non sottrarre. Più lo facciamo, più la società è forte".

  • Piccinini lascia la pallavolo: "Largo alle giovani"
    Adnkronos

    Piccinini lascia la pallavolo: "Largo alle giovani"

    "Basta, smetto. Sono sicura al cento per cento. È giusto così: largo alle giovani". Francesca Piccinini, a 42 anni lascia la pallavolo. "Ora cercherò di capire. Busto Arsizio, la mia ultima squadra, mi ha chiesto di restare a far parte del progetto: in quale ruolo, si vedrà - dice al 'Corriere della sera' una tra le pallavoliste azzurre più forti e ammirate - Per il resto, non mi precludo nulla: allenare le ragazzine, commentare il volley alla tv, quei reality a cui ho detto no quando le mie giornate ruotavano intorno allo sport. Si chiude una porta, se ne apriranno altre, spero". "Avrei dovuto uscire di scena con la settima Champions, a Novara, vinta a 40 anni - continua - Ma poi Busto mi ha fatto una corte spietata. La verità è che mi sento sempre quella ragazzina che guardava i cartoni di Mila e Shiro alla tv e anche adesso che esco dalla bolla ovattata dello sport per entrare nella vita vera non voglio perderla, quella ragazzina: continuerò a coltivarla". La paura più grande? "Non riuscire a trovare qualcosa che mi faccia battere forte il cuore come il volley", ma "si vede che era destino. Sono serena: a Tokyo tiferò Italia con tutte le mie forze".

  • Pallavolo, si è spento dopo una lunga malattia Michele Pasinato
    notizie.it

    Pallavolo, si è spento dopo una lunga malattia Michele Pasinato

    È morto all'età di 52 anni il campione di pallavolo Michele Pasinato. Con la nazionale italiana aveva vinto un mondiale, due campionati europei.