Concerto “nelle bolle” per restare distanziati

La rock band americana The Flaming Lips ha sperimentato un metodo innovativo per tenere un concerto in epoca Covid: utilizzare delle bolle di plastica per mantenere il distanziamento. Grazie a 100 bolle protettive, in cui si sono rinchiusi sia gli spettatori che i musicisti, il pubblico si è potuto godere il concerto in sicurezza e la band ha avuto la possibilità di esibirsi dal vivo. Ogni bolla era equipaggiata con uno speaker, una ventola, una bottiglia d’acqua e un asciugamano, inoltre agli spettatori è stato dato un cartello con scritto “Devo fare pipì” e “Qui fa caldo”.