La risposta di Bakayoko alla polizia: “La mia vita è stata messa in pericolo”

Qualche giorno fa il nome di Bakayoko è finito su tutti i giornali, ma non per il lavoro sul campo di calcio. Il centrocampista del Milan, infatti, si è trovato protagonista involontario di uno spiacevole episodio. A bordo di un suv, in compagnia di un amico, è stato fermato dalla polizia che lo ha perquisito mentre l’amico era tenuto sotto tiro con una pistola. Il fermo è avvenuto perché l’auto corrispondeva a quella coinvolta in una sparatoria in zona Corso Como a Milano. Ora a mente fredda Bakayoko è tornato sull’episodio raccontando la sua versione dei fatti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli